L’accordo di Parigi e il Quadro 2030 per il Clima e l’Energia che la Commissione Europea sta portando avanti fissano obiettivi espliciti e ambiziosi per favorire la transizione verso stili di vita collettivi e sistemi economici sostenibili dal punto di vista ambientale e sociale. Gli obiettivi sono accelerare la riduzione delle emissioni, ridurre in modo sostanziale il consumo di energia e raggiungere una neutralità climatica entro il 2050. Per perseguire questi obiettivi, tutte le possibili strategie per ridurre l’impronta di carbonio della produzione di energia, ma anche per ridurre la domanda di energia, devono essere pienamente sfruttate. Numerosi studi di laboratorio hanno individuato strategie e programmi da seguire per motivare le persone a comportarsi in modo più efficiente dal punto di vista energetico, ma queste conoscenze devono essere condivise e la loro efficacia testata in contesti reali in tutta Europa, al fine di garantire un concreto sviluppo sostenibile delle comunità.

Questo è ciò che si propone di fare il progetto ENCHANT (Energy Efficiency through Behavior Change Transition), finanziato dalla Commissione Europea nell’ambito del Programma Horizon 2020, cui prendono parte università, ONG, aziende energetiche e municipi di 6 Stati: Austria, Italia, Germania, Norvegia, Romania e Turchia. Nello specifico ENCHANT mira a valutare l’impatto di una serie di azioni e strategie di intervento proprie delle scienze sociali e psicologiche, che possono influenzare le condotte di consumo energetico. Azioni e strategie saranno sviluppate, adattate e testate su larga scala in tutta Europa e la loro efficacia verrà valutata con l’obiettivo di sbloccare un potenziale di efficienza energetica nella popolazione in generale, attraverso un cambiamento comportamentale effettivo. Grazie alla collaborazione con un’ampia rete di partner non accademici, ENCHANT implementerà azioni e strategie di intervento comportamentale sfruttando i canali di comunicazione utilizzati dai fornitori di energia, dai municipi e dalle ONG coinvolte nel progetto e ne valuterà gli effetti in contesti di vita reale. Attraverso una valutazione siste